La celebre poesia di Whitman, il desiderio di un incontro carnale ed eterno, meraviglioso e familiare

A uno sconosciuto

Sconosciuto che passi! non sai con quanto desiderio io ti guardo,
tu devi essere colui che io cercavo, o colei che cercavo (mi arriva come da un sogno),
certamente ho vissuto in qualche luogo una vita di gioia con te,
tutto è ricordato, mentre passiamo l’uno vicino all’altro, fluido, amorevole, casto, maturo,
sei cresciuto con me, sei stato ragazzo o ragazza con me,
io ho mangiato e dormito con te, il tuo corpo è diventato
qualcosa che non appartiene soltanto a te, né ha lasciato che il mio restasse mio soltanto,
mi hai dato il piacere dei tuoi occhi, del tuo volto, della tua carne, mentre io passo, tu ne prendi in cambio dalla mia barba, dal mio petto, dalle mie mani,
non devo parlarti, devo pensarti quando seggo da solo o veglio la notte da solo,
devo aspettarti, non dubito che ti incontrerò ancora,
e a questo devo badare, di non perderti.


Scrivere

hai fatto come un prodigio così è uno spazio lasciato la continua parola (aperto, sospeso) un silenzio attratto dalla realtà che si discopre a lineamenti più immensi


Una Storia di inizi, di rinascite

Pasqua a Ischia di Renato Filippelli Dopo la Tua resurrezione, il mondo è una storia di inizi, di rinascite. Il Tuo passaggio apre alla notte i suoi semi d’aurora. Così nelle nere acque del porto l’aliscafo in fuga verso l’isole scava la sua striscia al biancore. E vi scendono gabbiani angelici con lunghe ali di […]


Don Giacomo e lo sguardo

Allora può capitare, come è avvenuto a san Francesco, e come è avvenuto al buon ladrone, di incrociare lo sguardo del Signore. Come recita il bel canto della Chiesa: «Tu mi guardi dalla croce, questa sera mio Signor, ed intanto la tua voce mi sussurra dammi il cuor…». Un canto che don Giacomo Tantardini aveva […]


Bárberi Squarotti, il futuro che c’è stato. La morte di un grande amico, uno dei massimi interpreti del nostro tempo attraverso la letteratura

Morto a 87 anni il critico letterario e poeta. Torinese, aveva nell’anima le Langhe Una vita tra stile e umanità, «l’esperienza spirituale come fondamento dell’esperienza di stile». Secondo la lezione del suo Maestro, Giovanni Getto, di cui ereditò la cattedra di Letteratura italiana. È scomparso ieri Giorgio Bárberi Squarotti. A settembre avrebbe compiuto 88 anni, […]


Abbiamo soltanto la nostra vita per andare alla scoperta di ciò che siamo in profondità: ed essere poeta è già concepire la propria vita dal punto di vista dell’essere e non del sè


Hai tu l’ergastolano nel cuore (Francesco mangia e riposa dai carcerati a San Vittore)

LIBERATE,UOMINI,L’ERGASTOLANO Chiuso nel cerchio delle mani protese a un segno di liberazione, mentre insiste questa pioggia che porta nella stanza tanta luce quanta basta alle tiepide cappelle, han bussato alla tua porta nel silenzio i contadini laceri del Sud, i calzolai tisici dipinti come l’acqua sporca della suola. E sul libro le parole riacquistano il […]